VILLA TOPPO FLORIO

La villa sorge sopra una collina a nord del paese di Buttrio. La proprietà è delimitata da un alto muro di cinta con merlature. All'edificio si giunge da nord, dove è visibile la facciata secondaria, profondamente modificata negli anni. La facciata principale, a sud, domina un grande parco cui si accede scendendo una doppia scalinata in muratura (dove si trova una nicchia con mosaico risalente al dopoguerra e un piccolo altare in pietra). Un viale fiancheggiato da palme e pavimentato in pietra attraversa il parco verso sud fino al confine di proprietà.

Il progetto del parco, con più di 55 specie arboree, anche esotiche, è opera di Giuseppe Rho e risale alla seconda metà dell'800; di impostazione romantica, utilizza numerosi reperti di epoca romana provenienti da Aquileia, raccolti alla fine dell'800 dal conte Francesco di Toppo nei suoi possedimenti e recentemente catalogati dalla Soprintendenza di Trieste. Murati nella facciata ci sono anche alcuni scudi araldici in pietra e due vere da pozzo medievali.

La villa fu fatta costruire nella prima metà del '700 dalla famiglia Toppo sopra una precedente struttura; passò alla fine dell'800 alla famiglia Florio fino al 1947 quando fu ceduta allo Stato. Nel 1952 venne trasformata in Collegio friulano per fanciulli mutilati e poi in istituto scolastico. Successivamente divenne proprietà della Regione e infine, nel 1999, del Comune di Buttrio.

L'edificio subì diverse trasformazioni, alcune già nell'800 ma la maggior parte, molto più radicali, a causa delle mutazioni d'uso avvenute lo scorso secolo.

Il corpo principale è a pianta rettangolare e si sviluppa su tre piani. La facciata principale a sud si presenta con il volume centrale aggettante rispetto le due ali laterali, sormontato da un timpano decorato poggiante su quattro lesene con capitelli corinzi; il piano terra è sottolineato da fasce a bugnato su cui aprono grandi finestre squadrate. Al centro del piano nobile una porta-finestra centinata è sormontata da un timpano ornato dallo stemma dei Di Toppo. Sulle pareti delle ali laterali sono stati inseriti alcuni reperti lapidei.

L'interno non si è conservato perché è stato completamente trasformato quando la villa fu destinata a collegio; rimane, comunque, un'interessante scala in pietra, con elegante parapetto in ghisa e corrimano in ottone.

Oggi la villa viene utilizzata quale sede della Fiera Regionale dei Vini di Buttrio, per eventi e manifestazioni; è anche Museo della Civiltà del Vino, dedicato alla cultura della produzione del vino. 

Area Riservata

Calendario Eventi

Ultimo mese Ottobre 2018 Prossimo mese
L M M G V S D
week 40 1 2 3 4 5 6 7
week 41 8 9 10 11 12 13 14
week 42 15 16 17 18 19 20 21
week 43 22 23 24 25 26 27 28
week 44 29 30 31

Ultime Novità

SOSTEGNO AD INVESTIMENTI ...

AZIONE 3.1 SSL 2014-2020 - Bandi GAL TORRENATISONE

RIPARTONO I PROGETTI ...

RIPARTONO I PROGETTI NATALIZI LEGATI A PRESEPI FVG

Direttiva Sicurezza

Direttiva sicurezza

Convenzioni FVG

  Convenzioni FVG Convenzioni in Italia

In collaborazione con

unpli

Logo-comitato1

LogoFriuLive