Savorgnano

SAVORGNANO DEL TORRE (Povoletto)

Le origini

E’ la frazione più settentrionale del Comune di Povoletto, quella più ricca di storia antica e medioevale e quella che, per la bellezza del territorio circostante e per la dinamicità della popolazione era la più conosciuta nei dintorni.

Il suo territorio è formato a nord da colline coltivate a vite e da estesi boschi cedui, a sud da una fertile campagna condotta a cereali e foraggiere, ad est dal vicino corso del torrente Malina e ad ovest dal fiume-torrente Torre. Il paese e la sua campagna sono attraversati dalla roggia Cividina, estratta dal Torre almeno dall’ XI secolo che, creando quadri acquatici di rara e suggestiva bellezza lungo il suo sinuoso percorso, corre fino all’agro cividalese (terre di Remanzacco, Buttrio e Manzano) per muovere le ruote di numerosi mulini e altri opifici idraulici e per rifornire d’acqua estese coltivazioni. Altri pittoreschi panorami sono offerti dall’irto colle della Mottasul quale venne eretto il famoso castello che poi divenne il feudo dell’influente famiglia dei Savorgnan, dalla suggestiva e verdeggiante valle del rio Maggiore, dall’alto Pecol de Semine e dalla sua inconfondibile Cengle (naturale anfiteatro eocenico) trasformati agli inizi del Novecento in magnifiche aree messe a vigneto con il sottostante bosc Rojâl che forniva i tronchi necessari ai ripari dalle rogge di Udine.

Il paese è addossato alla fascia collinare (dalla quale si può vedere l’estesa piana verdeggiante ed a sole sei miglia il colle incasellato e la città di Udine) con la slanciata chiesa parrocchiale di San Michele Arcangelo e le case dei borghi originari costruite con i ciottoli del Torre sapientemente spaccati dagli anziani, che nella bella stagione ospitavano tante osterie private, dove anche all’ombra di ombrosi pergolati situati in pittoreschi cortili padronali si smerciavano i famosi vini prodotti sulle colline del paese.

Superata la gran miseria dei secoli precedenti, nei primi anni del Novecento il paese divenne molto attivo e si dotò di un forno rurale, di una latteria turnaria, di una banca, di una cooperativa, di alcune botteghe artigianali, della scuola elementare e di una locanda(ex filanda e raccolta di bozzoli) e negli anni Quaranta dello stesso secolo anche di un ambulatorio medico, di un asilo infantile e perfino di un cinema per il sabato e la domenica.

Il paese funzionava, anche perché era spronato dagli effetti benefici che seguirono la grande bonifica della collina pensata e realizzata nei primi anni del Novecento dal pioniere tricesimano Giovanni Sbuelz che in tal modo collegò anche gli interessi, il commercio, le tendenze di Savorgnano verso l’area d’influenza di Tricesimo; anche per questo nel 1956 un Consorzio formato dai comuni di Povoletto, Reana e Tricesimo costruì il primo ponte sul Torre che sostituendo la precedente precaria passerella, permise un collegamento diretto ed efficace fra Tricesimo (ed il comprensorio morenico) con Savorgnano, le valli di Attimis e Faedis ed il mandamento di Cividale.

Un secondo momento di sviluppo, infatti, il paese lo ebbe fra gli anni Cinquanta e Sessanta anche per l’opera del parroco don Luigi Ciani che potenziò l’asilo infantile, creò il cinema e la sala polifunzionale, realizzò numerosi lavori in chiesa e animò la comunità; allora Savorgnano, divenne un centro dinamico della sinistra Torre con numerosi servizi (fra cui due mulini, un forno, una pesa pubblica e un servizio di autonoleggio), attività agricole e artigianali e uno dei centri enologici più ricercati del Friuli collinare, conosciuto e frequentato anche attraverso l’annuale Festa del vino (sorta già nel 1932) e le numerose rivendite private.

Area Riservata

Calendario Eventi

Ultimo mese Agosto 2018 Prossimo mese
L M M G V S D
week 31 1 2 3 4 5
week 32 6 7 8 9 10 11 12
week 33 13 14 15 16 17 18 19
week 34 20 21 22 23 24 25 26
week 35 27 28 29 30 31

Ultime Novità

Arcobaleno 03/2018

Arcobaleno 03/2018

Direttiva Sicurezza

Direttiva sicurezza

Eventi pubblici: l’Unpli ...

Eventi pubblici: l’Unpli accoglie con favore ...

Convenzioni FVG

  Convenzioni FVG Convenzioni in Italia

In collaborazione con

unpli

Logo-comitato1

LogoFriuLive